Per il 2018/19, Ultima ha attraversato tre spazi impossibili. Il primo, Eden, è uno straniato paradiso, un luogo astratto e terribile di sogno e teoria, dove gli autori - Tommaso Di Dio, Giuseppe Nibali Guzzetta, Damiano Scaramella e Fabrizio Sinisi - hanno trascritto l'orizzonte d'azione della propria arte.

Il secondo spazio è ispirato all'Overview Effect, ovvero il «cambiamento cognitivo nella consapevolezza, riportato da alcuni astronauti e cosmonauti durante il volo spaziale, causato dall'osservazione della Terra dall'orbita o dalla superficie lunare». La visione della Terra come «pale blue dot» ispira una raccolta di frammenti (immagini, audio e video fruibili attraverso QR code) che provano a dar conto dell'immaginario esploso e nostalgico in cui si muove l'opera dei quattro autori.

Il terzo e conclusivo, Vox, è infine una raccolta di poesia: il ritorno alla terra delle parole, l'ultima voce prima di scomparire. Questo volume, con gli stessi testi, è disponibile in due versioni - Ultima Vox Rotondi e Ultima Vox Zanet - a cura rispettivamente degli artisti Michael Rotondi e Giulio Zanet.

Ultima *Eden

 

L'esperienza della poesia

di Tommaso Di Dio

 

Linee dell'origine e della morte

di Giuseppe Nibali Guzzetta

 

Oltre l'illusione della parola

di Damiano Scaramella

 

Appunti di un discorso di poesia

di Fabrizio Sinisi

Ultima *Overview Effect

 

Canzone della gioventù nella fornace ardente

di Tommaso Di Dio

 

Linee dell'origine e della morte / Lato b

di Giuseppe Nibali Guzzetta

 

Saturno

di Damiano Scaramella

 

Scesa all'inverno

di Fabrizio Sinisi

Ultima *Vox

 

World Wide WhatsApp Crash

di Tommaso Di Dio

 

Scurau

di Giuseppe Nibali Guzzetta

 

Sant'Alfredo e la strega

di Damiano Scaramella

 

Mio terrorista

di Fabrizio Sinisi

 

Questo volume, con gli stessi testi, è disponibile in due versioni - Ultima Vox Rotondi e Ultima Vox Zanet - a cura rispettivamente degli artisti Michael Rotondi e Giulio Zanet.

Ultima - Milano 2020